Tappeti

Clicca sui links per entrare nelle sezioni del catalogo.

 

Massima espressione dell'arte samughese è probabilmente il tappeto, simbolo di un'antica produzione artigiana che ha incontrato negli anni '60 e '70 il favore di numerosi arredatori e designer, e che oggi costituisce l'articolo di maggiore impatto sul pubblico, si tratti di un raffinato cultore del design o di un consumatore sensibile all'ambiente domestico in cui vive.

A Samugheo sono attivi circa 900 telai, quasi uno per famiglia ele tecniche per realizzare i tappeti sardi sono quelle tipiche della Sardegna: "un'indente", "tauledda", "lauru", "lizzos". Tuttavia la specializzazione dei tappeti di Samugheo si è orientata nella lavorazione "a pibiones", ovvero nella particolare raccolta del filo di trama su una verghetta metallica a formare un grano a rilievo rispetto al tessuto e dunque disegnare il motivo ornamentale scelto.
Grazie alle sue superfici, è nel tappeto che si riesce ad apprezzare al massimo il disegno, la trama e la manualità della lavorazione al telaio che ancora oggi, come cento anni fa, incantano lo sguardo.
La classica ed elegante tinta naturale bianco lana si alterna alle variopinte combinazioni di colore che ricordano il rosso cupo delle rocce, lo smeraldo delle acque sarde e il turchese dei suoi cieli.
Una vasta gamma di dimensioni e varianti cromatiche riuscirà ad accontentare ogni esigenza di spazio e di abbinamento colore. I materiali per realizzare i tappeti sardi di Samugheo sono la lana di pecora sarda che esalta la bellezza di questi tappeti e il lino, negli ultimi anni si è aggiunto anche il cotone, non solo per la stesura dei fili dell'ordito, ma anche come fibra per realizzare la trama

 

Tappeti (1)

Tappeti (2)

Tappeti (3)

Tappeti (4)

Tappeti (5)